16.7 C
Melendugno
mercoledì, 17 Aprile, 2024

LECCE (mezza giornata)

Basilica-di-Santa-Croce-facade-lecce-768x1024.jpgLa visita è un itinerario alla scoperta del centro storico di Lecce (chiamata la Firenze del Sud per lo splendore della sua architettura), attraverso la storia ed i suoi simboli (chiese, monasteri, palazzi, piazze, castelli): dall’Antica Roma (quando era chiamata Lupiae) al periodo Barocco. Inserita da Lonely Planet nella lista delle prime 10 città da visitare.

Durante la visita si potranno ammirare i più importanti monumenti: l’affascinante Piazza Duomo (una delle poche piazze “chiuse” d’Italia) con la Cattedrale ed il Campanile, la Basilica di Santa Croce con la sua meravigliosa facciata barocca, altre interessanti chiese di S. Chiara e S. Matteo, Piazza Sant’Oronzo con l’Anfiteatro Romano, il Teatro Romano, Palazzo Celestini ed alcuni altri palazzi (Carafa, Adorno, Marrese, Palmieri-Guarini, etc.), le antiche porte della città (Rudiae, Napoli, S. Biagio), il Castello Carlo V.

piazza duomo.jpgSempre durante la visita è possibile fermarsi a visitare dei laboratori artigianali di cartapesta, oppure degustare un tipico spuntino leccese (un rustico salato o un pasticciotto dolce) con il classico caffè leccese in ghiaccio con il latte di mandorla.

OTRANTO (mezza giornata)

otranto.jpgotranto 2.jpgVisita della splendida città murata, che conserva al suo interno il Castello Aragonese e la Cattedrale di Santa Maria Annunziata al cui interno si trova la Cappella dei Martiri nella quale sono conservati i resti del massacro degli 800 fedeli che durante l’invasione dei turchi nel 1480 tentarono la resistenza non volendo rinnegare la propria fede. Il massacro dei martiri d’Otranto è una delle pagini più dolorose e tristi della città. Altro tesoro custodito nella Cattedrale è il mosaico pavimentale, vero e proprio capolavoro che raffigura l’Albero della Vita, e ritenuto da molti esperti un’enciclopedia del cristianesimo. Esso infatti raffigura molti episodi dell’Antico Testamento ed in generale il cammino che l’uomo deve svolgere per purificarsi dal peccato originale e raggiungere la salvezza eterna; contiene anche molti riferimenti pagani e numerose tracce del simbolico ruolo storico che Otranto ha svolto di ponte fra Occidente e Oriente.

ALESSANO E SANTA MARIA DI LEUCA (intera giornata)

Don Tonino.jpgPartenza per Alessano dove si giungerà in Piazza Don Tonino Bello nel centro storico della cittadina. Da qui ha inizio la visita ai luoghi del Venerabile partendo dalla Chiesa Collegiata del SS. Salvatore dove don Tonino ricevette i sacramenti di iniziazione cristiana e fu ordinato sacerdote. Qui il Parroco don Gigi, amico d’infanzia di don Tonino, racconterà alcuni interessanti e curiosi aneddoti sull’adolescenza di don Tonino, un’esperienza spirituale forte che ci preparerà al momento di riflessione sulla tomba del Servo di Dio. Celebrazione della S. Messa. La visita prosegue alla casa natale di don Tonino, ora diventata piccolo museo mariano.

Possibilità di consumare il pranzo a sacco presso l’Oratorio parrocchiale.

Leuca.jpgNel pomeriggio trasferimento a Santa Maria di Leuca, luogo molto caro al Servo di Dio, dove era solito recarsi per meditare e scrivere i tesori di cui ci ha fatto dono. Visita al Santuario di Santa Maria de Finibus Terrae: si tramanda che San Pietro in viaggio per Roma fece tappa a Leuca e da allora il tempio dedicato alla dea Minerva, posto sul promontorio japigeo, diventò un luogo di culto cristiano e uno dei principali centri di pellegrinaggio dell’età antica e medievale.

ALBEROBELLO E OSTUNI (intera giornata)

Partenza per Alberobello, il paese dei trulli! Dove si è accolti da un paesaggio unico al mondo dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO dal 1996. Passeggiata tra le strette viuzze della cittadina per ammirare da vicino le tipiche abitazioni, i “trulli” tipici edifici dalle architetture uniche al mondo con tetto conico in pietra a secco (ossia senza l’utilizzo di malta) che hanno reso il paese famoso in tutto il mondo.

ostuni-scaled.jpgTrulli.jpgProseguimento per Ostuni deliziosa cittadina dall’eccezionale patrimonio paesaggistico ed architettonico, conosciuta come la “Città Bianca”per il colore dei suoi edifici che risplendono sotto il sole caldo del Sud. Si potranno ammirare i luoghi più significativi di questo incantevole borgo, dall’incantevole centro storico alla Cattedrale in stile romanico-gotico dalla suggestiva facciata con l’enorme rosone.